La la land

Avete rotto le scatole con “La la land”

Ok, ok… diciamolo pure… erano tutti entusiasti dell’arrivo di questo film… erano tutti in attesa di questo grande ritorno ai classici musical hollywoodiani in grande stile e della loro atmosfera intensa e piena di emozioni. Le canzoni, i balli, le atmosfere incredibili, gli scambi di sguardi durante la strofe, le espressioni meravigliose nei primi piani dei protagonisti alla fine di ogni canzone, la storia d’amore… dai, è bellissimo!

Scusate… il musical è bello da vedere dal vivo, perché gli attori cantano, ballano e recitano dal vivo, che li vedi mentre lo fanno sul momento e non dentro ad uno schermo gigante in un film perfettamente montato, con le inquadrature perfettamente montate e l’audio perfettamente montato… no? Non so perché ma cosi mi sa tanto di “finto“. Probabilmente sono io che ho una visione antica di questa espressione artistica. Ovviamente massimo rispetto per tutti quelli che amano i musical “non dal vivo“.

Con tono polemico e pacifico penso che questo film risulti essere un po’ “noioso“. “Noia” che spicca particolarmente nella parte centrale, quando i due protagonisti si allontanano, l’uno dall’altra, per potare avanti le proprie carriere; lo spettatore resta li in attesa che accada qualcosa di interessante per lo sviluppo della storia e nel frattempo.. boh… rimane li in attesa.

Non sono un intenditore ma i due attori protagonisti, Gosling e la Stone, non sono sembrati cosi brillanti come cantati e ballerini; del resto sono due attori e non sta scritto da nessuna parte che un attore deve anche saper cantare e ballare in quanto attore. Mi stupisce che la maggior parte del pubblico abbia paragonato “La la land” ai grandi musical della storia hollywoodiana solo perché il regista Damien Chapelle ha detto di essersi ispirato a “Cantando sotto la pioggia“. Gosling e la Stone restano comunque due bravissimi attori.

Il protagonista del film interpretato da Gosling è li, che lotta per salvare il suo amato genere musicale, il jazz… siamo sicuri che prima di girare il film gli autori si siano un po’ documentati su cosa c’è intorno al jazz? Paradossalmente a tratti sembra che il personaggio di Gosling non sappia di che cosa stia parlando. Chiedo solo perché non ho chiaro questo punto. In generale il personaggio della Stone a volte sembra quasi un personaggio che fa da ornamento, sembra quasi “vuoto“; per fortuna la Stone riesce comunque a riempire questo “vuoto” con la sua interpretazione.

In definitiva “La la land” mi sembra un fenomeno popolare di breve durata che non resterà nei nostri ricordi… e poi ha rotto le scatole perché non fate altro che caricare immagini e gif sui social che ritraggono i momenti presunti memorabili del film, quando sapete già che, purtroppo o per fortuna, tra un mese ce ne saremo già dimenticati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...