Dardevil 2 stagione

Daredevil 2° stagione

La seconda stagione di Daredevil sceglie il tema della redenzione come forma del racconto. Il tema della redenzione condiziona le storie, dilata i tempi, frena i giudizi sommari dei personaggi e sui personaggi.

Daredevil, The Punisher Elektra sono un prodotto della città tanto quanto lo è il crimine da loro combattuto. Ognuno di loro affronta un cammino personale di redenzione, che ne siano consapevoli o no, che funzioni o no, che è lo stesso sostenuto da un quartiere che non ha più la scusa di sentirsi costretto nella morsa di un unico criminale, e che deve rimboccarsi le maniche in ogni suo ambito, forze dell’ordine tribunali e stampa per ripartire.

Molto della stagione ruota intorno al confronto ideologico tra Matt e Frank, quindi tra Dardevil e The Punisher.

Come sempre il protagonista vive la contraddizione di essere portavoce di due diverse forme di ordine, quello costituito dai tribunali, e quello personale che lo porta a sostituirsi alle forze di polizia.

Frank da parte sua è un giustiziere, un killer disilluso, uno psicopatico sanguinario e non cerca il perdono per sé e non lo concede al prossimo.

Elektra Natchios per certi versi è l’opposto; è  un personaggio che nel corso della stagione presenta varie sfumature, la conosciamo come viziata e fuori di testa nei flashback di Matt, la ritroviamo nel presente come assassina senza scrupoli.

Dopo i primissimi episodi, la vicenda si sdoppia seguendo due filoni narrativi che procedono paralleli, che concedono poco respiro ai personaggi e alla storia, che martellano con un ritmo costante. In questa stagione diventa sempre più evidente fino ad essere sopra ogni cosa la difficoltà da parte di Matt di portare avanti una doppia vita; sceglie di mettere da parte la vita di avvocato e di Sig. Matt Murdock per dare assoluta precedenza al diavolo di Hell’s Kitchen.

Entra in scena la misticheggiante organizzazione chiamata “La Mano” e il suo massimo rappresentante Black Sky, che  oltre a stonare con il presunto “realismo” della serie,  non porta a nulla di risolutivo. Elektra, presunta Black Sky tornerà in vita e il futuro di Frank Castle è ancora da scrivere compreso il rapporto stabilito con Fisk in carcere. Probabilmente è un modo per lasciare le porte aperte ad altre stagioni.

Sinceramente sono rimasto molto deluso dalla gestione di due personaggi. La tanto amata Karen che finisce al giornale “Bullets” praticamente al posto del compianto e amato Ben Urich e magicamente diventa una giornalista. Foggy che butta al vento tutti gli ideali di altruismo tanto decantati per farsi assumere in un lussuoso studio di avvocati di New York alla grido di “tranquillo Matt saremo sempre amici… ma ognuno per la sua strada“.

Vogliamo parlare dell’ultimissima scena dell’ultima puntata? Non voglio svelarla per ovvie ragione, ma è stata veramente banale… peccato.

Ovviamente consigliata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...