Death Note

Death Note

DEATH NOTE è un manga giapponese scritto e ideato da Tsugumi Ohba e disegnato da Takeshi Obata, incentrato su un ragazzo che decide di liberare il mondo dal male con l’aiuto di un quaderno dai poteri sovrannaturali.

Raito è un eccellente studente all’ultimo anno di liceo con una vita apparentemente perfetta. È un ragazzo intelligente di bell’aspetto, le ragazze lo corteggiano ed ha una famiglia affettuosa. É insoddisfatto della sua vita, gli manca qualcosa, trova il mondo noioso e marcio, ormai contaminato dalle ingiustizie e dalla malvagità. Il ragazzo è sopraffatto dal tedio di un’esistenza dove le sfide che combatte sono troppo facili da vincere per una mente brillante come la sua.

Ryuk è un dio della morte che dopo millenni e secoli di lavoro, trova il suo mondo mostruosamente noioso e triste. La sua è un’esistenza eterna dove non è contemplata la possibilità di fare qualcosa di divertente, tutti sono legati alle regole del mondo degli Shinigami. Così, Ryuk ha un’idea, va nel mondo degli umani in cerca di distrazione e decide di abbandonare il suo Quaderno della Morte.

Light è uno studente modello, annoiato dal suo stile di vita e disgustato dal mondo pieno di crimine e corruzione. La sua esistenza cambia quando, nel 2003, trova per terra nel cortile della scuola uno strano quaderno con la scritta Death Note. Appena lo apre vi legge alcune frasi oltremodo singolari come “L’umano il cui nome sarà scritto su questo quaderno morirà” e “Questo quaderno non avrà effetto a meno che chi scrive non abbia in mente il viso della persona mentre scrive il suo nome. Quindi, le persone che condividono lo stesso nome non verranno colpite”.

Il soggetto del manga è inusuale ed adulto, tratteggia una storia cupa dove non si possono identificare i buoni e i cattivi, è difficile scegliere da quale parte stare. Sicuramente, si viene immediatamente colpiti dal personaggio di Light, ma non è la sua simpatia a farci affezionare. È, piuttosto, una sorta di morbosa curiosità nel riuscire a scoprire come farà a tirarsi fuori da situazioni complicatissime e come farà a realizzare il suo obiettivo finale.

Diciamolo, ci sta anche abbastanza sullo stomaco per le sue espressioni fasulle e la sua capacità di sfruttare le persone. È un manga che sfrutta un tipo di suspence più mentale ed intellettuale. Le battaglie affrontate sono incentrate su giochi di logica, ragionamenti che anticipano le mosse dell’avversario cercando di prenderlo in contropiede. È una lunghissima partita a scacchi con un tenore di tensione molto alto perché qui non si perdono pezzi della scacchiera, ma persone. Quindi, una volta superata l’iniziale diffidenza per la mancanza di azione tipica degli shonen si entra in un mondo surreale che vale la pena visitare.

La prima parte della storia è molto avvincente, forse un po’ lenta e giocata sulle sfide mentali tra Elle e Light. Nella seconda fase, invece, il ritmo diventa più incalzante, ci sono più azione e numerosi cambi di scena; aumentano anche i personaggi, gli avvenimenti paralleli e le morti.

Probabilmente, per questo motivo seguire la storia diventa pesante e quasi estenuante. Ci sono troppi intrighi, ragionamenti mentali che sono lunghi e complicati. Non sono presenti momenti distensivi e gli attimi comici, o perlomeno sarcastici, sono inesistenti.

Assolutamente da non perdere!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...